Terapie

/Terapie
Terapie 2017-10-28T10:55:31+00:00

Guarire da un disturbo alimentare non è semplice, breve e mai indolore. Il recupero del peso così come l’adottare uno stile alimentare sano, è un processo lento, lungo, simile ad una lotta piena di difficoltà emotive. La forza di volontà e la determinazione di un individuo spesso sono vittime della malattia stessa. Per questo, la cura dei disturbi alimentari richiede supporto e sostegno. Per molte persone uscire fuori da un disturbo alimentare è la sfida più difficile della loro vita. Ci saranno molti momenti in cui si sentiranno soli, persi e vulnerabili. La guarigione è complessa. Non solo si tratta di ricostruire un corpo fisicamente, ma anche l’aspetto psicologico. Si dovranno trovare gli strumenti necessari per affrontare la vita e le emozioni che ne derivano senza che queste siano più gestite attraverso il disturbo alimentare. Un modello alimentare equilibrato è necessario da ristabilire e vanno affrontati, esplorati e risolti i sottostanti problemi emotivi. L’aumento di peso nell’anoressia o la rottura del circolo di mantenimento della bulimia e del binge eating, sono entrambi processi lunghi. Momenti di stallo sono frequenti e a volte, il progresso è invisibile. Ma la guarigione è realizzabile. Evidenze scientifiche dimostrano che l’inizio precoce di un trattamento, rende più probabile la guarigione. Tuttavia, i primi segni di un disturbo alimentari sono subdoli e spesso meticolosamente nascosti dall’individuo.

Uno dei più importanti obiettivi di ogni genere di psicoterapia è saper riflettere chiaramente sui propri pensieri, sulle proprie emozioni e sui propri stati mentali, comprendendo la loro forza e a volte, debolezza. Affinchè accada questo, per alcune persone, è importante l’uso delle parole, per altri inizialmente, è più semplice usare altre forme di espressione soprattutto legate alle arti terapie.

Non è facile stabilire a priori quale lavoro si farà con un paziente e quando. Spesso è necessario anche con un singolo paziente, utilizzare una varietà di strategie terapeutiche.
La terapia di elezione con pazienti affetti da bulimia nervosa e da disturbo d’alimentazione incontrollata è la cognitivo comportamentale (CBT). Spesso fornire al paziente strumenti terapeutici propri della CBT rappresenta il primo passo terapeutico.

Le terapie utilizzate dagli psicoterapeuti che operano in sinergia con il CedaP includono:

  • Terapia motivazionale
  • Terapia cognitivo comportamentale
  • Arti terapie (laboratorio di scrittura; laboratorio di teatro)
  • Mindfulness

Nei pazienti affetti da anoressia nervosa, la dove è possibile procedere con un regime ambulatoriale, il trattamento d’elezione utilizzato è il metodo Maudsley.

IL MODELLO MAUDSLEY